Già da alcune settimane è iniziata la campagna elettorale per le prossime amministrative del 2020.

In paese, ma anche su Facebook, cominciano a farsi vedere tanti nevianesi che sino ad ora si sono mantenuti distanti e in silenzio rispetto alle vicende amministrative del paese.

Le riunioni per fare le liste si susseguono, segrete o quasi segrete…sollecitate soprattutto da chi scalpita per un posto in amministrazione che possa fargli raggiungere l’agognato traguardo: la partecipazione alla gestione del potere.

Ecco che li vedi i soliti “lupacchioni elettorali” che si riaffacciano alla vita pubblica con la loro bella faccia tosta convintissimi che la gente sia sempre più stupida e smemorata da starli a sentire ancora una volta.

E per sembrare più aggiornati, si fanno affiancare da giovani di belle speranze che vengono sistematicamente sfruttati solo per buttare il fumo del falso rinnovamento negli occhi della popolazione.

In realtà sono giovani in cerca di una sistemazione personale che sperano di ottenere con meno ansie e meno difficoltà ( visti i tempi ) grazie alla politica e ad una loro eventuale elezione…

In fondo la storia insegna.

Come si fa a biasimarli questi giovani e vecchi ”politici elettorali”, visto il risultato, in termini pratici, che hanno ottenuto tanti amministratori nevianesi in questi ultimi 20 anni durante il periodo dei loro incarichi istituzionali…?

C’è stato chi si è rifatto la casa nuova, chi se l’è addirittura comprata e/o costruita …Chi ha trovato lavoro…e lo ha fatto trovare a qualche suo familiare disoccupato…
In tanti hanno potuto acquistare l’auto nuova
C’è stato chi ha fatto sviluppare le aziende di famiglia, chi si è potuto liberare di beni ormai diventati un peso, vendendo i propri terreni di poco valore (a chissà quale prezzo) a chi voleva fare l’impianto di mega-compostaggio…
C’è stato chi ha potuto affittare ai migranti l’abitazione, da poco acquistata e intestata al proprio familiare, a cifre inimmaginabili per il nostro piccolo comune: cioè a poco meno di mille euro al mese!!!

Insomma, sono tanti davvero, ed è impossibile elencarli tutti, i benefici economici e occupazionali in cui sono incappati certi “fortunati” amministratori nevianesi …
E chiunque conosce almeno un po’ le vicende del nostro paesino può tranquillamente confermarlo.

Anche perché, non solo non li nascondono i benefici o i privilegi ottenuti durante il loro mandato amministrativo…
ma addirittura li ostentano
quasi fossero la prova delle loro capacità politiche.

Fanno credere che tutto sia normale,
che tutto sia dovuto…e che ovunque sia così…
Non è vero!

Chi lo fa credere lo fa solo per giustificare l’ingiustificabile:
chi vota lo dice per giustificare le proprie scelte animate soprattutto da aspettative personali;
chi viene votato lo dice per giustificare i propri intrallazzi…

Sono decenni che assistiamo al solito teatrino elettorale nel quale attori avidi solo di vantaggi personali e privilegi (giovani e meno giovani) tentano di ritagliarsi il proprio spazio vitale in amministrazione solo per risolvere i loro problemi e garantirsi un comodo e ricco avvenire..

Sono decenni che personaggi senza storia e senza gloria, si buttano in politica, non per servire il proprio paese ma per servirsi delle risorse comunali.

Sono decenni che i nevianesi votano ed eleggono personaggi senza onore e senza storia ben sapendo che se verranno eletti al massimo saranno utili a se stessi ( spesso in danno della collettività.)..

Non si vota quasi mai nel nostro paesino la buona volontà, il merito, l’onestà, il coraggio…

Si preferisce il più delle volte votare il parente o l’amico che ci dà o ci promette qualcosa in cambio…
pur sapendo che se verrà eletto ci farà pesare una tonnellata la concessione di ogni nostro sacrosanto diritto spacciandocelo ( e rinfacciandocelo sino alla tomba ) per un grossissimo favore personale.

Ma come si può pretendere che un politico che vi chiede il voto promettendovi qualcosa di personale, possa mai avere tempo o interesse per pensare al bene comune del paese e della cittadinanza???

Ovviamente penserà solo a soltanto ai propri interessi e coi ritagli di tempo, al massimo, penserà a pagare le sue ”cambiali elettorali” più importanti ( ovviamente con le risorse comunali che riuscirà a gestire…)

Chi vi chiede il voto promettendovi qualcosa in cambio si farà in pratica solo i propri affari, esattamente così come ha fatto per tutto il suo tempo tra una elezione all’altra… quando è rimasto comodamente a casa sua a pensare a i propri interessi… stra-fregandosene di chi ha amministrato e di come ha amministrato questo paese.

E’ la famosa politica te li ” Futticumpagni”…: cioè di chi pratica la politica locale come se stesse giocando una partita a “padrone”: Quando vinco io mi bevo tutto io e i miei compari e lascio “all’urmu”, cioè a secco, i miei concorrenti più antipatici…quanto vince qualcun altro si beve tutto lui e i suoi compari.. ( ma se mi fa avere qualche goccio a me…io lo lascio bere in pace …)

È così che si dissangua la società…

È così che si spegne un paese… culturalmente, socialmente, economicamente e moralmente…

E Neviano si sta spegnendo… così.

Tra pochi mesi si vota e chi vuole uscire da questo stato di cose deve solo stare attento e diffidare dai politici dell’ultima ora che in questi giorni stanno ricominciando a salutarvi, a sorridervi…a chiedervi l’amicizia su Facebook…

state attenti,
questi falsi politici non sono sinceri…
non cercano veramente la vostra amicizia…
cercano solo di avvicinarvi…
cercano solo di carpire il vostro voto…
cercano solo di usarvi per i loro scopi..

È tutta una strategia collaudata da decenni:
fanno finta di considerarvi per qualche mese , giusto durante la campagna elettorale…
e poi, una volta ottenuto il vostro voto… sarete fortunati se vi salutano per strada quando vi incontrano!

State attenti a chi votate…
Avete solo il vostro voto a disposizione per cambiare le cose…
e lo potete usare solo ogni cinque anni…
…è un potere immenso ma va usato consapevolmente.

Stavolta, prima di scegliere chi vi rappresenterà e vi tutelerà amministrativamente… provate a ragionare con la testa e col cuore.

Non fatevi ingannare ancora… non sprecate il vostro voto anche stavolta…

Avete solo una occasione ogni cinque anni per farvi valere come persone, come cittadini e non solo come numeri…
quindi usatela…

Stavolta siate voi a contare e non ad essere contati!